Install this theme
re-selfie #ir14

re-selfie #ir14

Il modello di democrazia diretta proposto dal MoVimento 5 Stelle si colloca all’intersezione di tre condizioni culturali e tecnologiche della politica italiana contemporanea:
a. la crescita di controdemocrazia tra i cittadini,
b. la narrazione rete-centrica costruita dal MoVimento 5 Stelle e attorno al suo leaderBeppe Grillo,
c. la crescita negli ultimi anni della presenza degli italiani online e sui siti di social network a cui si associa la predilezione, in particolare dei più giovani, per un’informazione disintermediata dal web.
da “Alfabeto Grillo”

Il modello di democrazia diretta proposto dal MoVimento 5 Stelle si colloca all’intersezione di tre condizioni culturali e tecnologiche della politica italiana contemporanea:

a. la crescita di controdemocrazia tra i cittadini,

b. la narrazione rete-centrica costruita dal MoVimento 5 Stelle e attorno al suo leaderBeppe Grillo,

c. la crescita negli ultimi anni della presenza degli italiani online e sui siti di social network a cui si associa la predilezione, in particolare dei più giovani, per un’informazione disintermediata dal web.

da “Alfabeto Grillo

il 18 Aprile comunicazioni dal basso ha compiuto 7

il 18 Aprile comunicazioni dal basso ha compiuto 7

Health Beauty #twittahopper

Health Beauty #twittahopper

Condiviso non è letto.
Le condivisioni sono importanti poichè creano passaparola, brand awareness, ma non sono una dimostrazione dell’effettiva lettura di un articolo. Possono, anche, essere semplicemente desiderio di auto-proiezione del sè nei confronti della propria cerchia sociale online.
Alla base della condivisione di articoli, foto, video sui social network non c’è l’interesse individuale nell’argomento ma la nostra reputazione: «Le persone si scambiano i contenuti che sono specchio dei loro gusti e preferenze. Ci preoccupiamo della moda — sottolinea Elsperth Rountree, tra i fondatori di Know Your Meme — perché è il nostro biglietto da visita in società, vale anche per quello che condividiamo online».
Prima di internet le storie diventavano popolari se venivano riprese da altri giornali, citate in pubblicazioni autorevoli o ritagliate dai lettori — ha scritto la popolare blogger Annalee Newitz su io9 —. Oggi diventano influenti se le persone le condividono su Facebook, Twitter, Pinterest, Reddit. Nella maggior parte dei casi, nessuno legge una storia se non viene postata online da qualcuno
Facebook victim?

Facebook victim?

Facebook addiction?

Facebook addiction?